Training Polarizzato

Il più grande aumento percentuale TTE (time to exhaustion), valutata mediante il test  VO2peak ramp test  è stato osservato in risposta al gruppo  POL (+ 17,4%, P <0.001), seguita da HIIT (+ 8,8%, P <0.01); tuttavia, differenze statisticamente significative non  sono state trovate tra i quattro concetti di formazione. V/Ppeak nel test incrementale è aumentato in risposta a POL e HIIT (5,1 ± 3,0% e 4,4 ± 2,8%, entrambi p <0,01) con entrambi i gruppi dimostrando cambiamenti maggiori di HVT (P <0.01 e P <0,05). V/P4 aumentato dopo l’allenamento POL (8,1 ± 4,6%, P <0.01) e HIIT (5,6 ± 4,8%, P <0,01) dimostrando maggiori cambiamenti dopo POL rispetto a THR e HVT (entrambi p <0.05).

Conclusioni

In questo studio in cui atleti d’elite hanno praticato allenamenti  HIIT, HVT, THR e  POL, è stato dimostrato come l’allenamento polarizzato (POL) ha portato grandi miglioramenti nelle variabili chiave di prestazioni di resistenza (VO2 peak, TTE, V/Ppeak, e V/P4).

HIIT ha portato ad una diminuzione della massa corporea e aumento meno pronunciato in VO2 peak rispetto ai precedenti studi con breve termine (1-2 settimane) , suggerendo che 9 settimane di HIIT deve essere applicato con cura al fine di non indurre i sintomi della “overreaching” e ridotta capacità fisica.

La formazione esclusiva con THR o HVT non ha portato a ulteriori miglioramenti delle variabili relative a prestazioni di resistenza.

 

Daniele Marrama Saccente

Qui lo studio originale