Negli infortuni, ghiaccio o non ghiaccio?

DiDaniele Marrama Saccente

Negli infortuni, ghiaccio o non ghiaccio?

Domande come queste rimangono senza risposta.

Facciamo ancora affidamento su conoscenze esperte e aneddotiche piuttosto che su evidenze provenienti dalla ricerca, in particolare sulle popolazioni di atleti.

Alcuni esperti (ad esempio, Bleakely et al , 2011 ) stanno ora raccomandando il principio POLICE , che è un adattamento del principio PRICE (Protection, Optimum Loading, Ice, Compression and Elevation). Ciò significa protezione, carico ottimale, ghiaccio, compressione ed elevazione.

Protezione

I primi giorni dopo l’infortunio, dovresti certamente riposare la parte interessata del tuo corpo. Dopo alcuni giorni, il movimento delicato può essere avviato più rapidamente proteggendo ancora la ferita. Potrebbe essere necessario utilizzare le stampelle o un tutore durante questo periodo. Le contrazioni isometriche delicate (spremere staticamente il muscolo senza produrre un movimento) possono essere iniziate fintanto che queste sono indolori e prive di carico. Questo si basa su prove aneddotiche in quanto al momento mancano ancora prove cliniche per questo.

Carico  ottimale

Mentre proteggi ancora la ferita, si possono introdurre movimenti delicati come i movimenti passivi eseguiti con l’aiuto di un terapeuta o riabilitatore, quindi movimenti attivi e infine esercizi di rafforzamento. Questo carico graduale della ferita può favorire una guarigione ottimale senza ostacolare il processo di guarigione. Questa fase previene ritardi nel ritorno al normale movimento delle articolazioni e alla forza dei muscoli. Ora sappiamo che il concetto di carico ottimale è sostenuto dal principio della meccanoterapia (Khan e Scott, 2009), per cui un carico meccanico richiede risposte cellulari che promuovono il cambiamento dei tessuti. Ad esempio, gli studi riportano che il movimento precoce e il movimento delicato sono più efficaci dell’immobilizzazione dopo distorsioni della caviglia.

La difficoltà sta nel trovare l’equilibrio tra movimento, carico e riposo durante la guarigione degli infortuni.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator