Ciclismo in salita: seduti versus in piedi. Valutiamo economia e frequenza cardiaca

DiDaniele Marrama Saccente

Ciclismo in salita: seduti versus in piedi. Valutiamo economia e frequenza cardiaca

È noto che i ciclisti  usano indistintamente  le tecniche di pedalata da seduti e in piedi durante la salita.

Il dibattito su quale sia la tecnica  più economica per i ciclisti su una salita sostenuta  e quali siano i vantaggi e gli svantaggi delle due tecniche  da sempre ha appassionato le discussioni tecniche nel ciclismo.

Salita in piedi o seduti

Lo scopo dello studio presentato alla 4th Science & Cycling Conference del  28-29 giugno 2017 a  Düsseldorf in Germania era appunto quello di confrontare l’economia (VO2) e la frequenza cardiaca (HR) per le posizioni da seduti e in piedi durante una  salita a velocità e pendenza costanti.

Il metodo usato

Tre ciclisti  di sesso maschile (21,3 ± 1,7 anni, 68,0 ± 4,6 kg) hanno partecipato a questo  studio  di guida in salita che ha utilizzato sia posizioni sedute che in piedi.

L’attività sulla bici è stata regolata a  intensità sottosoglia con velocità fissa (12,8 km / h, 3,58 m / s) e una pendenza del 8% su un tapis roulant di grandi dimensioni (lunghezza 3 m).

Dopo un riscaldamento di 10 minuti, è iniziata una prova di 20 minuti che ha alternato a caso stadi di 5 minuti di ciclismo seduti o in piedi.

Pagine: 1 2 3 4 5

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator