Ciclismo in salita: seduti versus in piedi. Valutiamo economia e frequenza cardiaca

DiDaniele Marrama Saccente

Ciclismo in salita: seduti versus in piedi. Valutiamo economia e frequenza cardiaca

Due dei soggetti hanno iniziato il test  in posizione eretta mentre un soggetto ha iniziato da seduto.

Quando il VO2 è stato confrontato tra tutti e tre i soggetti, è stato rilevato un costo metabolico più elevato per la  posizione in piedi rispetto a quella seduta.

Perchè “costa più pedalare” fuori sella che da seduti?

Ciò potrebbe essere dovuto a fattori quali lievi differenze nei modelli di respirazione tra le due posizioni, i mutamenti di reclutamento muscolare e quelli angolari causati dal  corpo del ciclista mentre si muove avanti e indietro da posizione eretta.

Le differenze nella frequenza cardiaca, che sono state di circa il 5% più alti per la pedalata  in piedi rispetto a quella da seduto, seguito dall’aumento delle richieste fisiologiche in piedi.

La deriva cardiovascolare è stata osservata durante i 20 minuti di salita con aumenti sia di FC che di VO2 dalla prima alla seconda fase dei periodi in piedi o seduti (vedi immagini sotto)

Conclusioni

Pagine: 1 2 3 4 5

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator