L’organismo è formato dagli stessi principi nutritivi (lipidi, proteine, glucidi, acqua, sali minerali) contenuti negli alimenti, distribuiti in modo diverso in relazione al sesso, all’età, alla costituzione ecc.

Come si suddividono i componenti del corpo umano?

I componenti del corpo umano si possono suddividere in:

  • massa grassa ossia il tessuto adiposo
  • massa magra formata da tutti gli altri costituenti e dall’ acqua

É necessario specificare che la massa magra ha un elevato consumo di energia a differenza di quella grassa e  questo spiega perché, a parità di peso, gli uomini (con più tessuto muscolare delle donne) consumano più energia.

L’uomo e gli animali utilizzano solo l’energia che si sprigiona dalla combustione dei nutrienti (organismi eterotrofi), a differenza delle piante (organismi autotrofi) che producono
da sole i principi energetici di cui hanno bisogno mediante la fotosintesi clorofilliana, utilizzando l’energia luminosa.

Tutti gli organismi ossidano i principi nutritivi liberando energia e producendo acqua e anidride carbonica.

L’energia viene utilizzata dall’ organismo per  costruire e sostituire i suoi costituenti (proteine, grassi, acidi nucleici) e per attuare tutte le funzioni vitali come la contrazione dei muscoli involontari o l’attività delle cellule nervose nonché compiere le attività giornaliere col movimento dei muscoli volontari.

Come si misura l’energia?

L’energia si misura nel Sistema internazionale in kJ (chilojoule) ma abitualmente si utilizza la kcal o cal (chilocaloria) che è la quantità di calore necessaria a innalzare di 1 °C la massa
di 1 kg di acqua distillata (da 14,5 a 15,5 °C).   1 kcal = 4.184 kJ

Dell’energia ricavata dall’ ossidazione dei principi nutritivi solo il 25% (all’incirca) viene utilizzata per compiere lavoro utile mentre  il restante 75% viene trasformata in calore, necessario comunque per mantenere costante la temperatura corporea a circa 36 °C.

Questo significa che se un ciclista pedala per 30 minuti sprigionando 160 watt medi (lavoro utile) applicando la formula E(J) = P(W) · t(s)  avremo che l’energia (E) spesa sarà pari a:

160  · 30  · 60=288000 J=288 kj

Considerando che questo è solo il 25% di energia ricavata dall’ossidazione dei principi nutritivi possiamo affermare che occorreranno  circa 1152 kj o 275,3 Kcal di principi nutritivi .