La misura della potenza nella corsa. La parola a Stryd

DiDaniele Marrama Saccente

La misura della potenza nella corsa. La parola a Stryd

Ipotizziamo un atleta con un  tempo best nei 10 mila metri in pista pari a  40 minuti quindi con un passo medio di  4 minuti x km.

Conoscendo il suo passo in pista sareste in grado di consigliare un passo su un percorso sterrato e vallonato? Quale dovrà essere la sua velocità?

Quale velocità dovrà tenere per avere lo stesso stress fisico avuto nei 10 mila in pista?

È qui che la potenza entrerà in gioco per darci contezza sulla “potenza” da utilizzare per correre per un tempo pari a quello utilizzato in pista che ovviamente non ci permetterà di percorrere la stessa distanza.

 

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator