Il rilevamento del Doping. Metodi usati per rilevare sostanze vietate, metaboliti o biomarcatori

DiDaniele Marrama Saccente

Il rilevamento del Doping. Metodi usati per rilevare sostanze vietate, metaboliti o biomarcatori

L’emergere di sensori portatili per la misurazione delle intensità di esercizio e delle tecnologie di posizionamento dei giocatori può consentire la raccolta capillare di dati sulle prestazioni.

Come questi dati dovrebbero essere utilizzati e analizzati per il rilevamento del doping è una questione aperta.

In questo articolo (la cui fonte è stata tradotta e implementata da The Critical Power Model as a Potential Tool for Anti-doping), verrà presa in esame la base in base alla quale i modelli di prestazioni potrebbero essere utilizzati per il rilevamento del doping, seguito dal riesame critico del potenziale del modello di Critical Power (CP) come modello di prestazione prototipo che potrebbe essere utilizzato a tale riguardo.

Rappresentazione schematica del modello Critical Power o della relazione Potenza-Durata. NOTA: i 4 rettangoliche demarcano W′ hanno e devono avere la stessa area in un lavoro fatto costantemente sopra CP.

Rappresentazione schematica del modello Critical Power o della relazione Potenza-Durata. NOTA: i 4 rettangoliche demarcano W′ hanno e devono avere la stessa area in un lavoro fatto costantemente sopra CP.

I modelli di prestazioni sono rappresentazioni matematiche dei dati delle prestazioni specifiche per l’atleta.

Alcuni modelli presentano parametri con interpretazioni fisiologiche, modifiche alle quali possono fornire indizi riguardanti il ​​metodo di doping specifico.

Il modello CP è un modello della curva potenza-durata e restituisce due parametri fisiologicamente interpretabili, CP e W ‘(si dice V prime).

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator