Calcolare il TSS (training stress score) per il nuoto

DiDaniele Marrama Saccente

Calcolare il TSS (training stress score) per il nuoto

TrainingPeaks WKO + genera automaticamente i punteggi di stress formazione (TSS) per lavori eseguiti in bicicletta  gestiti  da un misuratore di potenza e per gli allenamenti  di corsa caricati da un dispositivo che registra velocità e distanza.

I Triatleti che utilizzano WKO + e apprezzano questa caratteristica spesso desiderano che il programma possa fare lo stesso per gli allenamenti del nuoto.

Purtroppo nel nuoto non esiste un misuratore simile a quello della bici o della corsa.

Tuttavia, è possibile calcolare il  TSS per il nuoto  manualmente utilizzando un metodo che descriveremo di seguito.

Perché non è sufficiente utilizzare lo stesso calcolo per diversi stili di  nuotate  in cui si utilizza anche la metrica di ritmo per quantificare il carico di allenamento?

Considerato che l’acqua presenta una maggiore resistenza rispetto all’aria, così lo stress fisiologico del nuoto aumenta con l’aumentare della velocità di nuotata più velocemente di quanto lo stress fisiologico faccia nella corsa.

Il più semplice, se non il più preciso, modo per tenere conto di questa differenza nel calcolo del punteggio TSS è di peso il “fattore di intensità” degli allenamenti di nuoto in modo diverso di quanto non lo è ponderato per gli allenamenti di esecuzione.

In particolare, si consiglia, si elevare al cubo invece che al  quadrato.

Determinazione FTP nel nuoto (velocità)

Formazione calcolo del punteggio stress nella corsa e il ciclismo sono scalati in base al ritmo del singolo atleta che corrisponde grosso modo alla soglia del lattato.

La soglia del lattato può essere determinata solo attraverso prove di laboratorio, mentre la soglia funzionale viene determinata attraverso prove sul campo; generalmente  producono risultati più o meno equivalenti.

Allo stesso modo, il ritmo funzionale della soglia nel nuoto è simile alla  soglia del lattato determinata in  laboratorio.

Ci sono due approcci che sono più appropriate per la determinazione dell’FTP nel nuoto

Il primo è lo sforzo temporizzato semplice, dove si nuota per quanto possibile in un determinato tempo (ad esempio 30 o 60 minuti).

Quindi, se si nuota per 30 minuti e si coprono 1000 metri, sarà possibile utilizzare il valore di 33,3 m / min. come FTP.

Dal momento che l’ FTP reale è più vicina allo sforzo di un’ora, potrebbe essere più opportuno eseguire un test di 60 minuti o prendere il valore ottenuto per 30 minuti  moltiplicare per due e sottrarre 2,5 per cento .

Questo può sembrare una differenza minore, ma per l’aspetto resistivo di nuoto, piccole differenze possono avere un impatto sostanziale.  Se non sono inclini a compiere tali sforzi lunghi, esaustivi in ​​piscina, è possibile in alternativa effettuare una velocità critica (CV) di prova.

Questo metodo consiste di due sforzi di prova a diverse distanze (200 m e 400 m) separati da un completo riposo.

Perché è necessario il riposo completo per i risultati di un test CV per essere validi, si consiglia di effettuare il primo sforzo a tutto campo, all’inizio di un allenamento (dopo il riscaldamento, ovviamente) e la successiva all’inizio di un altro. Registrare il tempo necessario per completare ogni sforzo e semplicemente tracciare i risultati su un grafico come distanza in funzione del tempo.

La pendenza di questa linea è la velocità critica. In alternativa, una semplice equazione produce lo stesso risultato:  Velocità critica = (distanza di prova più lungo di nuoto – distanza più breve prova di nuoto) diviso per (Tempo di prova più lungo di nuoto – tempo di più breve prova di nuoto)

Ad esempio, si supponga di nuotare i 200 m a 2:02 (2,04 minuti) e il 400 m  in 4:21 (4,35 minuti). La vostra velocità critica, allora, è (400m – 200m) ÷ (4.35 min -. 2.02 min.) = 86,6 m / min.

I risultati della determinazione della velocità critica dovrebbe produrre un risultato che è molto vicino a un test di 60 minuti o una soglia del lattato ritmo-laboratorio determinata. Uno di questi risultati possono poi essere utilizzato come FTP per la determinazione dei TSS e modellazione delle prestazioni.

Calcolo TSS nel nuoto

Ora che si conosce il valore dell’ FTP , si può facilmente calcolare il TSS per qualsiasi allenamento utilizzando la seguente procedura:

  1. Misurare la distanza totale coperta per l’allenamento
  2. Determinare il tempo per coprire la distanza totale (non compresi i periodi di riposo)
  3. espresso distanza in funzione del tempo in m / min per ottenere normalizzato velocità di nuotata (NSS), che è analoga alla potenza normalizzata e il ritmo normalizzata classificati nel ciclismo e corsa, rispettivamente
  4. Dividere NSS da FT di ottenere IF
  5. Swim TSS = (Intensity Factor al cubo) x ore x 100

Per esempio: Una volta determinato il nuoto TSS, è possibile inserire manualmente i valori in Training Peaks WKO + e quindi utilizzare le funzioni di analisi del programma per il nuoto come si fa con la corsa e il ciclismo.

Vediamo un esempio di un allenamento specifico.

In primo luogo, supponiamo che la vostra nuotata FTP è di 75 m / minuto.

Quindi, supponiamo di completare il seguente allenamento (ricorda che  i periodi di riposo non sono conteggiati):

Warm-up: 200 m @ 03:20, 30 sec. riposo (3:20 totale)
Ripetute: 4 x 50 m @ 01:00, 10 sec. riposo (4:00 totale)
Set principale: 10 x 100 m @ 1:15, 20 sec. riposo (00:30)
Cool-down: 200 m @ 03:20 (3:20 totale)
Totale distanza allenamento: 1.600 m
Tempo di allenamento totale: 23:10 (o 0,386 ore)

Il ritmo medio per l’allenamento completo è di 1.600 metri diviso per 23:10 (23,16 minuti o 0,386 ore) o 69 m / min.

Il fattore di intensità per l’allenamento completo è il ritmo medio (69 m / min.) Diviso funzionale soglia ritmo dell’atleta (75 m / min.) O 0.92.

Al CUBO

moltiplicarlo per se stesso tre volte (Quindi, in questo esempio, 0.92 x 0.92 x 0.92).

Così il TSS per l’allenamento è 0.778 x 0,386 ore x 100 = 30.1

Ci sono alcune importanti limitazioni del nostro metodo fai da te per il  calcolo del  TSS nel nuoto da tenere a mente.

Prima di tutto, sebbene questo approccio semplicistico può essere efficace, va rilevato che gli effetti dei tempi di recupero sugli sforzi sostenibili sono trascurati, mentre nel ciclismo e nella corsa non lo sono, perché il misuratore di potenza o il  dispositivo di misurazione di velocità e distanza misura anche nella fase di recupero.

Allo stesso modo, il nostro metodo-rough-and-ready di calcolo nuotata TSS manca la ponderazione esponenziale di intensità più elevate che avviene automaticamente con il ritmo e la potenza nel calcolo digitale di potenza ciclismo normalizzata e il ritmo normalizzata graduale, e che è un importante mezzo di catturare il esponenzialmente maggiore di stress imposto dalla intensità più elevate.

Detto questo, la ponderazione al cubo di  IF controbilancia questa limitazione in una certa misura.

Questi calcoli ignorano le differenze tra i diversi stili di nuoto e le differenze piuttosto sostanziali in termini di efficienza che derivano dalla buona o cattiva tecnica.

Eppure, è molto meglio di niente, che è quello che triatleti interessati a registrare i loro allenamenti di nuoto su WKO + hanno avuto fino a questo punto!

Info sull'autore

Daniele Marrama Saccente administrator