Archivio per Categoria Forza

DiDaniele Marrama Saccente

Che cos’è il Cross Training?

Il Cross Training  prevede la combinazione di più esercizi e tipi di allenamento.

step indoor

Step indoor

piegamenti-sulla-braccia-push-up

L’allenamento comprende un mix di attività aerobiche, esercizi per migliorare la flessibilità e il potenziamento muscolare. Maggiori informazioni

Pagine: 1 2

DiDaniele Marrama Saccente

Resistance training: una panoramica.

Cosa si intende per Resistance training?

Tradotto brutalmente in lingua italiana si intende Allenamento con sovraccarichi oppure come si dice in gergo Allenamento con i pesi; da non confondere con allenamento di resistenza in inglese Endurance training.

 

Resistence training è il metodo più efficace disponibile per mantenere e aumentare nel corpo la massa magra, per migliorare la forza e la resistenza muscolare.

Questi miglioramenti sono sviluppati utilizzando il principio di sovraccarico progressivo (cioè l’aumento graduale dello stress  sul corpo, durante l’allenamento).

Pagine: 1 2 3 4

DiDaniele Marrama Saccente

Come creare un programma di resistance training (allenamento contro resistenze) per raggiungere i propri obiettivi nella forza massima, velocità e potenza, ipertrofia e resistenza

La progressione nell’allenamento contro resistenze (Resistence training) è un processo dinamico che richiede un completo processo di prescrizione, di valutazione dei progressi dell’allenamento e un attento sviluppo degli obiettivi prefissati. Il processo inizia con la determinazione dei bisogni individuali e degli obiettivi dell’allenamento.

Maggiori informazioni

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

DiDaniele Marrama Saccente

Gli effetti dell’allenamento con carichi che massimizzano la potenza erogata e le ripetizioni individualizzate rispetto all’allenamento tradizionale

Background

È stato suggerito che gli effetti dell’allenamento della forza (cioè neurali o strutturali) variano a seconda delle ripetizioni totali eseguite e della perdita di velocità in ciascun set di allenamento.

Lo scopo dello studio che proponiamo  è stato quello di confrontare gli effetti di due programmi di allenamento (cioè uno con carichi che massimizzano la potenza erogata e le ripetizioni individualizzate[OP]  e l’altro che segue l’allenamento di potenza tradizionale [TT]).

Maggiori informazioni

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9

DiDaniele Marrama Saccente

Push-up (piegamenti sulla braccia). Come migliorare? Allenamenti stabili o instabili? Un esperimento l’ha provato con un programma di 8 settimane.

Lo scopo dello studio era di studiare i cambiamenti di forza, resistenza, attivazione muscolare e efficienza neuromuscolare dopo un programma di allenamento push-up (piegamenti sulla braccia) progressivo di 8 settimane in condizioni stabili e instabili.

Yoak suspension push-up progressions from height of 1 m (A), 0.7 m (B), and 0.4 m (C) from floor

Pagine: 1 2 3 4

DiDaniele Marrama Saccente

Adattamenti muscolari in risposta a tre diversi regimi di allenamento contro resistenza: specificità di ripetizioni massime e zone di allenamento

Muscular adaptations in response to three different resistance-training regimens: specicity of repetition maximum training zones

Gerson E.R. Campos Æ Thomas J. Luecke, Heather K. Wendeln Æ Kumika Toma, Fredrick C. Hagerman Æ Thomas F. Murray,Kerry E. Ragg Æ Nicholas A. Ratamess,William J. Kraemer Æ Robert S. Staron

 Trentadue uomini non allenati età 22,5 (5,8) anni, altezza 178.3 (7.2) cm, massa corporea 77,8 (11,9) kg hanno partecipato a un programma di allenamento di  forza progressiva di 8 settimane per studiare la ” strength-endurance continuum”. Maggiori informazioni

Pagine: 1 2

DiDaniele Marrama Saccente

Qual è il programma più efficace di allenamento per la forza?

È noto che una risposta univoca ad una tale domanda non esiste.

Nel programmare un piano di allenamento, bisogna tener conto:

  1. delle caratteristiche del gesto atletico,
  2. delle caratteristiche dell’atleta
  3. delle situazioni nelle quali il gesto atletico sarà eseguito

La scienza ci dice che lo sviluppo di una alta tensione muscolare è lo stimolo necessario all’aumento di forza.

Pagine: 1 2

DiDaniele Marrama Saccente

Lo SQUAT: alcuni aspetti tecnici fondamentali per una corretta esecuzione.

In uno squat massimale risulta fondamentale, per la riuscita, lo stacco ovvero il modo in cui viene staccato il bilanciere dagli appoggi, in questa fase bisogna ricercare la compattezza della schiena perché dopo sarà impossibile.

squat_impugnatura_1

Esecuzione di uno squat: L’impugnatura del bilanciere

 

 

Ricorda che la retroversione del bacino aumenta la forza sul disco mentre l’antiversione finchè è fisiologica porta a ridistribuire tutto il carico. 

Quindi durante l’esecuzione  mantieni la tua curva lombare!

Maggiori informazioni