Archivio per Categoria Ciclismo

DiDaniele Marrama Saccente

Critical Power(CP) e Functional Threshold Power (FTP) . C’è relazione?

Dibattito infinito quello tra Critical Power (CP) ovvero la potenza critica e FTP (Functional Threshold Power)

Ricordiamo che CP (Critical Power) è l’intensità di esercizio massima (o potenza media massima) che un ciclista può mantenere per periodi di tempo in genere compresi tra 45 a 60 minuti mentre  FTP (Functional Threshold Power) è definita come la potenza media più elevata che può essere mantenuta per 60 minuti (8). Maggiori informazioni

Pagine: 1 2

DiDaniele Marrama Saccente

Navelli 20 agosto 2017 – Classifica Campionato Regionale FCI (Federazione Ciclistica Italiana) 2017

Assegnate a Navelli (L’Aquila) le maglie regionali FCI Strada Abruzzo 2017.

Maggiori informazioni

DiDaniele Marrama Saccente

Analisi dei dati in bici: Time ANALYSIS con Best Bike Split


Molto interessante l’utility (non gratis) di BESTBIKESPLIT 

Il tool di analisi consente di stimare e visualizzare la differenza di tempo (positiva o negativa) per i cambiamenti di potenza, peso dell’atleta e/o attriti su un percorso o su un suo segmento. Maggiori informazioni

Pagine: 1 2 3 4

DiDaniele Marrama Saccente

Mundialito 2016 di Morro D’oro – Cronaca e classifiche

La cronaca della gara

Nell’edizione 2016 del Mundialito a M’Orro D’Oro il vincitore della prima partenza è stato D’ERRICO ALFONSO della GS STUDIO MODA che ha battuto sul filo di lana Davide D’Angelo (nella foto) del TEAM GO FAST.

La volata vincnte di D'Errico

La volata vincente di D’Errico

Maggiori informazioni

Pagine: 1 2

DiDaniele Marrama Saccente

DOPING: Tom Danielson ex gregario di Armstrong, positivo al testosterone sintetico ad in un test fuori competizione dello scorso 9 luglio 2015

 Tom Danielson positivo al testosterone sintetico ad in un test fuori competizione dello scorso 9 luglio.

Tom Danielson

Lo ha comunicato  lo stesso corridore della Garmin_Cannondale, che ha appreso la notizia dopo una comunicazione  dell’Usada mentre era a cena con la squadra alla vigilia del Giro dell’Utah, corsa che lo ha visto trionfare nelle ultime due edizioni ed alla quale ovviamente non prenderà parte.

Pagine: 1 2 3

DiDaniele Marrama Saccente

Giro D’Italia 2015 – i Dati sulla salita del Mortirolo

La salita del Mortirolo e qualche dato per conoscere come vanno i campioni in salita.

Ho preso i dati sulla pendenza e dislivello su tuttobiciweb.it

La VAM (velocità ascensionale media) di Contador è stata di 1714 m/h su una distanza di circa 11,8 km e una pendenza del 10,9%. La sua Velocità è stata 15,76 km/h.

Provo a dare anche qualche dato sui WATT stimando che il peso corporeo di Contador + attrezzatura(abbigliamento, occhiali casco e scarpe) +bici sia intorno a 68/69 kg. Si potrebbe stimare (usando un po’ di FISICA) che sia salito con circa 350 watt ovvero 5.75 watt x KG  (il peso del campione pari a kg ).

Giovanni Visconti (20*) ha impiegato 50’43”, la sua VAM è stata di 1525.

Se avesse le stesse caratteristiche di Contador i suoi watt x KG 5.08 per un totale di circa 310 watt medi. Ovviamente sono calcoli ottenuti ipotizzando il peso degli atleti pari a 61 KG.

Ecco la classifica  nella salita del Mortirolo –  Giro D’Italia 2015

1. Alberto Contador – 45’07’ media oraria 15.76km/h
2. Steven Kruijswijk – 45’56”
3. Mikel Leana Landa – 46’00”
4. Andre F. Cardoso – 46’35”
5. Ryder Hesjedal – 46’52”
6. Yury Trofimov – 46’54”
7. Andrey Amador – 47’42”
8. Fabio Aru – 47’50”
9. Damiano Caruso – 48’12”
10. Alexandre Geniez – 48’20”
11. Leopold Koenig – 48’23”
12. Carlos A. Betancur – 48’41”
13. Stefano Pirazzi – 48’53”
14. Darwin Hurtado Atapuma – 49’01”
15. Igor Anton – 49’10”
16. Tanel Kangert – 49’37”
17. Maxime Monfort – 49’53”
18. Jurgen Van Den Broeck – 49’56”
19. Mikel Nieve – 50’13”
20. Giovanni Visconti – 50’43”

 

Qui un’utility per calcolare WATT e VAM 

DiDaniele Marrama Saccente

VI: Variability Index

Ai ciclisti che seguo e che si allenano utilizzando un misuratore di potenza (power meter) analizzo spesso il dato VI (Variability Index).
V.I. ovvero Variability Index è il rapporto tra la Potenza Normalizzata e la Potenza Media (dati che i vostri computer di bordo vi forniscono!)

VI = P.Normalizzata/P.Media

Maggiori informazioni

DiDaniele Marrama Saccente

Ciclista ciclista delle mie brame chi è il più agile…del Gruppo?

Un dato che raramente viene analizzato dagli atleti è quello della distribuzione della cadenza di pedalata nel tempo

Vi dettaglio i dati della cadenza di pedalata del ciclista in esame dal 2011 al 2014.

Valori assoluti (ore) Valori percentuali
RPM (step 10) 2011 2012 2013 2014 2011 2012 2013 2014
0-10 36,9 46,4 61,7 54,6 13,3% 17,3% 19,8% 17,3%
10-20 0,1 0,5 1,9 2,7 0,0% 0,2% 0,6% 0,9%
20-30 1,6 1,6 3,1 3,5 0,6% 0,6% 1,0% 1,1%
30-40 2,3 2,5 5,8 7,1 0,8% 0,9% 1,9% 2,2%
40-50 4,3 4,7 10,4 14,6 1,5% 1,8% 3,3% 4,6%
50-60 8,7 9,2 18,4 24,5 3,1% 3,4% 5,9% 7,8%
60-70 14,8 19,9 28,4 35,8 5,4% 7,4% 9,1% 11,3%
70-80 21,7 31,0 39,2 44,0 7,9% 11,6% 12,6% 14,0%
80-90 31,1 42,8 52,7 55,1 11,3% 16,0% 16,9% 17,5%
90-100 47,7 42,2 59,2 49,7 17,3% 15,8% 19,0% 15,8%
100-110 61,6 41,2 21,1 14,9 22,3% 15,4% 6,8% 4,7%
110-120 39,3 16,0 5,8 5,5 14,2% 6,0% 1,9% 1,7%
120-130 4,6 6,1 2,2 2,0 1,7% 2,3% 0,7% 0,6%
130-140 1,7 3,9 1,2 1,1 0,6% 1,5% 0,4% 0,3%
TOTALI 276,4 268,0 310,9 315,1

Un dato che vi evidenzio e che sottolineo è quello del tempo speso con una cadenza tra 0 e 10 RPM ( Revolutions Per Minute)

Maggiori informazioni

DiDaniele Marrama Saccente

Ciclismo: analisi di sintesi di alcuni dati utili per misurare volume e intensità

Un bravo allenatore oltre ad avere conoscenze tecniche, fisiologiche e psicologiche/pedagogiche relativamente allo sport di sua competenza deve possedere  anche metodo, capacità di analisi e di sintesi.

Tornando alla capacità di analisi e sintesi, argomento a me molto caro, di seguito  propongo una piccolissima analisi  dei dati rilevati su un ciclista nel periodo 2011-2014 utilizzata  per indagare il lavoro svolto relativamente a:

  • volume di lavoro
  • qualità/intensità

Nel grafico e nella tabella i dati totali del tempo (in ore) spesi tra allenamenti e gare,  suddiviso per zone metaboliche  dall’anno 2011 all’anno 2014.

Grafico Analisi dati 2011-2014 su Ore e zone di intensità

Analisi dati 2011-2014 su Ore e zone di intensità

Maggiori informazioni

DiDaniele Marrama Saccente

Ciclismo: allenamento outdoor vs allenamento indoor

Valutazioni, confronti  e curiosità tra allenamento Outdoor e Indoor

Questo periodo dell’anno, fino al termine del mese di  gennaio, è di fondamentale importanza per il ciclista agonista, affinché possa raggiungere un livello di fitness ottimale nel periodo che precede la preparazione alle gare (febbraio-marzo-aprile) in cui dovrà costruire quelle abilità utili al ritmo che incontrerà nelle competizioni primaverili e successivamente a quelle estive.

Ritengo utile e necessaria un’analisi oggettiva dei  dati rilevati negli allenamenti  al fine di valutare l’efficacia dell’attività allenante in questo periodo.

Vorrei  evidenziare in questo articolo  i numeri rilevati su un atleta  agonista nei suoi allenamenti eseguiti in modalità indoor e outdoor. Il periodo di riferimento è quello attuale:Dicembre.

La fase preparatoria, come si diceva sopra, è fondamentale affinché si possa raggiungere una forma ottimale al termine della primavera (a proposito leggi un mio articolo).

Come si diceva sopra questo periodo è utile per la costruzione del sistema aerobico (miglioramento del metabolismo ossidativo dei grassi da parte dei dei muscoli, aumento volume mitocondriale, aumento attività enzimatica, ecc.)  che sarà utile nelle fasi successive per   “stuzzicare”    la zone della potenza aerobica e  della capacità anaerobica.

Pagine: 1 2 3 4 5